Come iscriversi

Come da statuto possono essere soci tutti coloro che hanno acquistato almeno un periodo di proprietà in una delle sedi di Domina. Per iscriversi inserire i propri dati al seguente link: Registrazione

Poi, fase più importante della procedura:

1)scaricate da questo link il modulo di adesione, firmatelo, e reinviate, tutte le quattro pagine , a atm.domina@gmail.com oppure inviatelo a ATM Domina via Sebino 32 00199 Roma.Per inviarlo via mail potrebbero essere utili queste app:

Scanner pro : per scannerizzare dopo la stampa , oppure

Sign easy  : Per firmare direttamente sul file PDF evitando la stampa

Oppure sul desktop installare questo add-on Per Gmail:

Sign easy/

 

 

2)inviare un bonifico di euro 50,00 per la quota di iscrizione sul conto con IBAN IT73U0306905036100000006449 intestato ad: Associazione Tutela Multipropietari con causale ‘Iscrizione Atm’

oppure effettuare un pagamento di 50 Eur mediante Paypal al seguente link

https://www.paypal.me/ATMDOMINA

Non occorre avere un conto PayPal ma si può pagare con tutte le carte di credito.

L’iscrizione darà diritto a partecipare a tutte le iniziative e ad usufruire di tutti i servizi che l’associazione ha in progetto di attuare e ad eventuali tutele legali in merito a problematiche che saranno di volta in volta individuate.

Riqualificazione si o no?


Un comproprietario che non conoscevo stamani mi ha chiamato e mi ha chiesto: «Ma è vero che voi siete contrari alla riqualificazione degli alberghi della ex Domina? …. ad un mio amico , anch’esso comproprietario dell’Hotel Alaska è stato proposto di agire contro di voi per questo motivo! »

Gli ho risposto che la Bizzi Hotel, seguendo un copione già rappresentato a Corvara cerca di metterci gli uni contro gli altri, pescando un po’ nella disinformazione ed un po’ nella ingenua fedeltà di anziani comproprietari che non hanno nemmeno saputo del cambio di proprietà e della messa in soffitto del progetto di Preatoni. Si fa credere che il nostro obiettivo è mantenere gli alberghi nelle condizioni attuali!

La verità è che queste raccolte di fondi, malgrado prevedano che se non si raggiunge il 60% i soldi raccolti dovrebbero essere restituiti, non sono per nulla chiare.

Noi della nostra associazione non ci fidiamo, soprattutto in quanto  la cifra che si sta raccogliendo é spropositata e non supportata da progetti, da preventivi e tanto meno si riferisce a lavori deliberati. Inoltre, la proposta proviene da un Comproprietario, la Bizzi Hotel, che deve alla comproprietà Hotel Alaska 1.616.586,83 Euro , somma che da sola sarebbe sufficiente per un restyling dell’Hotel che è ridotto nello stato in cui si trova forse proprio perché il gestore pur raccogliendo ogni anno laute somme, non ha, probabilmente, svolto la necessaria manutenzione.

In ragione di ciò, stiamo sconsigliando la adesione a questo fondo. D’altra parte, dall’esame della delibera assembleare e, per usare un eufemismo, della articolata offerta allegata della Bizzi Hotel , traspare che il versamento del fondo non può essere considerato obbligatorio quindi non è comunque il caso di affrettarsi a versare questo “obolo”.!!

Noi, crediamo che qualsiasi ipotesi di ristrutturazione debba partire dalla restituzione di quanto dovuto da Bizzi.

Inoltre, la data del 15 novembre fissata come scadenza per il versamento é del tutto arbitraria stante l’inesistenza di un termine entro cui deve avvenire la raccolta del 60% dell’importo previsto per il fondo, nonché ambigua. Tale data, infatti, si riferisce al pagamento delle altre spese ordinarie e straordinarie e non al fondo, per il quale, si ripete, non vi sono scadenze poiché la proposta recita “entro data da convenirsi”; ma se così fosse sarebbe meglio, perché dovremo aspettarci che già ai primi di dicembre di quest’anno potremo  sapere se il fondo si è costituito o se al contrario i soldi saranno restituiti ai poveri comproprietari che li avranno versati senza conoscere bene le situazione . Speriamo sia così!!

Intanto la costituzione del Fondo è stata già bloccata a Corvara è Courmayeur.  

Ad ogni modo se vi dovessero arrivare richieste di “deleghe alle liti” per costituirsi contro i nostri giudizi mi auguro che il richiedente vi abbia adeguatamente informati sui rischi a cui potreste incorrere in caso sconfitta della Comproprietà Hotel Alaska in termini di spese legali.

Leave a Reply