Come iscriversi

Come da statuto possono essere soci tutti coloro che hanno acquistato almeno un periodo di proprietà in una delle sedi di Domina. Per iscriversi inserire i propri dati al seguente link: Registrazione

Poi, fase più importante della procedura:

1)scaricate da questo link il modulo di adesione, firmatelo, e reinviate, tutte le quattro pagine , a atm.domina@gmail.com oppure inviatelo a ATM Domina via Sebino 32 00199 Roma.Per inviarlo via mail potrebbero essere utili queste app:

Scanner pro : per scannerizzare dopo la stampa , oppure

Sign easy  : Per firmare direttamente sul file PDF evitando la stampa

Oppure sul desktop installare questo add-on Per Gmail:

Sign easy/

 

 

2)inviare un bonifico di euro 50,00 per la quota di iscrizione sul conto con IBAN IT81D 0311103233000000001393 intestato ad: Associazione Tutela Multipropietari con causale ‘Iscrizione Atm’

oppure effettuare un pagamento di 50 Eur mediante Paypal al seguente link

https://www.paypal.me/ATMDOMINA

Non occorre avere un conto PayPal ma si può pagare con tutte le carte di credito.

L’iscrizione darà diritto a partecipare a tutte le iniziative e ad usufruire di tutti i servizi che l’associazione ha in progetto di attuare e ad eventuali tutele legali in merito a problematiche che saranno di volta in volta individuate.

DIVIDE ET IMPERA

 

La Domina potrebbe approfittare della pandemia per crescere e migliorare! 

Invece continua a ritenere pericolosa per la propria sopravvivenza ogni possibilità di partecipazione dei comproprietari alle decisioni. 

Sulla assenza di partecipazione alle assemblee si fonda l’intero sistema Domina . 

Tutte le assemblee si svolgevano fino a qualche anno fa in un ufficietto di Milano capace di contenere non più di 5-6 persone, spazio sufficiente a contenere i pochi partecipanti che in pochi minuti formalizzavano decisioni già prese mediante il truffaldino meccanismo dei delegati di ufficio, che rappresentano in assemblea gli ignari comproprietari assenti. 

Ma già da qualche anno la  partecipazione alle assemblee é aumentata e ha  evidenziato le carenze anche organizzative delle Comproprietà con tempi interminabili di preparazione per l’ammissione dei partecipanti e pochi minuti restanti per la discussione dei problemi. 

Ora il Covid19 non permette più queste ridicole pantomime e  Dio solo lo sa quando esse potranno essere effettuate come prima. 

Ma il lupo perde il pelo ma non il vizio! Piuttosto che approfittare della occasione per organizzare un sistema di videoconferenza che permetta l’effettuazione delle assemblee, gli amministratori delle Comproprietà, tutti sul libro paga della Domina (alias HitHotel) mandano richieste di soldi a raffica , felici della impossibilità di ogni contraddittorio. 

Piuttosto che prendere l’iniziativa di organizzare un idoneo sistema di videoconferenza, così come da noi richiesto, che sarebbe utile ed utilizzabile con successo anche usciti dalla pandemia , questi signori avallano una nuova speculazione atta a raccogliere danaro dai già tartassati comproprietari con la scusa della sanificazione, necessità per la quale  basta ottemperare alle pratiche burocratiche necessarie per ottenere gli specifici aiuti  dallo stato. 

Inoltre chiedono il pagamento di spese straordinarie senza che siano deliberate in assemblea.

Una occasione persa per mostrare di voler trasformare questa organizzazione desueta, nella quale migliaia di persone hanno visto dissolversi i propri investimenti ,in una struttura agile e capace di rigenerarsi. 

Un appello a tutti : rifiutatevi di pagare qualsiasi somma non idoneamente deliberata in regolari assemblee!!!!

Comunicate invece in qualsiasi modo agli amministratori di essere favorevoli alle spese necessarie per l’organizzazione di un sistema di videoconferenza per fare rapidamente tutte le assemblee necessarie con la massima partecipazione e fare di questa che è una grande comunità di consumatori una nuova entità al passo con i tempi , con un solo obiettivo , dare nuovamente valore ai propri investimenti!!! 

Leave a Reply